Advolvĭmus

Eterea la nebbia che sale lieve
tra i profili d’orizzonte cremisi
d’immoti ricordi e di quei visi
che di malinconia il cor imbeve.

Fu all’ombra maestosa della pieve
su prati memori di passi e risi
e di noi, di quei versi che ammisi
nell’anima ammantati come neve

che si sciolse a quel sole velato
d’un giorno d’autunno lontano
aprendo il cor e lo spirto al cielo,

togliendo tra due volti quel velo
ch’impediva di tenerci per mano,
il primo dono per avervi amato.

Annunci

4 commenti su “Advolvĭmus

  1. lordbad ha detto:

    Un bel post.

    Noi invece abbiamo preferito discutere di amore e paranoia…

    Un saluto da Vongole & Merluzzi 😉

    http://vongolemerluzzi.wordpress.com/2012/10/02/tutto-il-resto-e-paranoia-guida-per-principianti/

  2. marcoforever ha detto:

    Grande, guarda se una mattina di ottobre scopro di aver ritrovato un amico tra le nebbie di un porto di wordpress… 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...