In un gioco di sguardi timorosi

Guardarti è per me così difficile
poiché  si colmano gli occhi dell’incanto
di un’alba in continuo nascere sempiterno,

eppure m’è difficile anche il non guardarti
poiché m’estenua l’assenza d’ogni stella
formata dall’universo dei tuoi sorrisi.

Così, in bilico tra desiderio e paura,
mi trovo a guardarti e fuggirti
come un impazzito pendolo
che teme del tempo il trascorrere.

Annunci

Effimera come un filo di fumo

Effimera come un filo di fumo
che dalla candela s’alza e si spande
fin nell’aria immota ove si disperde
così si manifesta nell’anima la gioia.

Poiché della mia vita che, breve,
incido nella roccia, contando le parole,
ricordo sorrisi, ma non la purezza.
La felicità è solo leggera rugiada

che sotto il sole del tempo sbiadisce,
vapora e svanisce, labile come ricordo
di istanti mai colmi.

Vivi il futuro, quindi, nell’essenza.
Di quel filo di fumo assapora la danza,
ammirane la forma e la sostanza,
poiché invisibile e leggera è l’aria

per chi della volta s’accontenta
e non vede nell’azzurro
le profondità d’un mare di stelle.