D’emozioni inveterate la penna diletta

D’emozioni inveterate la penna diletta
le sbiadite pagine d’un baluginante eco
tra calanchi silenziosi del pensiero,
ma è l’urlo irretente e lusinghiero
del presente che muove il palpitare, le fronde,
come la losagna che dal monte sbuffa
mentre l’animo vetroso s’incrina
ed un volo di procellarie incorona.

Di questo cielo azzurro il domani eclissa
il declino buio o la nuova aurora,
la luce negli occhi di chi spera oppure
il nero d’una notte senza luna.

Mentre la voce del vento tendo ad ascoltare
è l’assordare della tempesta che placo
in questo vertiginoso bisogno malcelato
d’un me stesso di cui io stesso ignoro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...