Si dismemorano passati silenzi

Si dismemorano passati silenzi,
deposti in trascorse stagioni
che tra la brulla fuliggine di fuochi
corpi abbracciati disfiora.

Di questo anelito d’onda
che un’arcigna rena scura
come vezzo assorbe e poi rilascia
è l’eco antico del mare
che nell’abisso divelto sprofonda,
si perde, tra fantasmi di sospiri
mentre gli schiamazzi d’una pernice
vele di luce allargano all’alba.

In questo gioco di risvegli
rinasce il battito del tempo,
smarrendo la vertigine del vuoto
colmando di frantumi quei silenzi.

Si rovescia ancora il frangente
d’un ritorto ricciolo d’onda,
mentre ad un dito s’attorciglia
una boccola di china, come filo che ci lega.

Annunci

3 commenti su “Si dismemorano passati silenzi

  1. Daniela ha detto:

    i ricordi riaffiorano sollecitati da un particolare che i sensi ritrovano dopo tanto tempo,e si riavvolgono pezzi di memoria che parevano persi; come le onde riportano a riva oggetti dispersi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...